Scelta del giusto materiale da impianto

È sempre molto importante capire qual è il miglior gioiello da impiantare, sia per quanto riguarda il modello che per il materiale di cui esso è fatto.
Importanza rilevante, che spesso viene poco considerata, riguarda il peso del gioiello.
In alcuni casi, anche l’acciaio chirurgico può risultare fastidioso, essendo un materiale piuttosto pesante. Infatti, per piercing particolarmente delicati o sensibili, un peso eccessivo può procurare migrazioni del foro, stretching involontari o infiammazioni della parte dovute a sollecitazioni di gravità.
TUTTI QUESTI PROBLEMI PORTANO AD UNA CATTIVA GUARIGIONE DEL PIERCING.
È quindi fondamentale monitorare con attenzione il foro durante la guarigione, se si nota che ci sono dei fastidi o dei rossori eccessivi, è sempre meglio passare per un controllo nello studio dove lo si è fatto.
La cosa più importante è quindi cambiare il gioiello nella terza settimana e impiantarne uno della giusta misura, soprattutto del materiale più leggero e comodo possibile.
Per queste motivazioni preferiamo SEMPRE impiantare Titanio Wildcat o effettuare sostituzioni di fori problematici, con Titanio o PTFE (materiale bioplastico leggerissimo).