PERCHE’ USIAMO GLI AGHI E NON LA “PISTOLA”

La pistola è un mezzo economico, ma improprio per fare un piercing e per correre molti rischi. Il buco, infatti, viene effettuato dalla parte posteriore dell’orecchino, di forma conica. L’orecchino viene letteralmente sparato tramite un meccanismo a molla che procura una lacerazione irregolare del tessuto; impiega molto più tempo a guarire ed è più soggetto al rischio di infezioni. Inoltre la pistola quando spara viene inevitabilmente a contatto di una piccolissima quantità nebulizzata di plasma sanguigno e, non essendo monouso, richiederebbe procedure appropriate di sterilizzazione, prima di ogni riutilizzo. Nella migliore delle ipotesi la pistola viene pulita appena con un po’ di alcool che, contrariamente a quanto si crede, non disinfetta neanche! L’orecchino a contatto della cute lesa, oltre ad essere potenzialmente contaminato dal contatto con la pistola, non è anallergico (come invece vi fanno credere!) perchè non è  in materiale churirgico e quasi sempre presenta placcature nichelate.