Ombelico

Il foro all’ombelico, segno di rango reale per gli antichi Egizi, era vietato alla gente comune, e perciò, un ombelico profondo era molto pregiato.
Oggi questo piercing è diventato sempre più popolare, ma che non può essere praticato su tutti: la fattibilità dipende dall’anatomia dell’ombelico. Come sempre è importante scegliere un piercer professionale, per evitare forature non idonee.
Altrettanto importante è l’allineamento dei fori: se il piercing è eseguito bene, si evitano problematiche di migrazione e rigetti.
E’ il piercing che impiega più tempo a cicatrizzare: fino a 9 mesi! Per questo è estremamente importante continuare a curarlo anche dopo la guarigione, che avviene intorno al primo mese. La scelta del gioiello dopo la guarigione è una cosa importante: bisogna scegliere sempre materiali di ottima qualità così per eliminare l’eventualità di problemi, allergie o rigetti.
Le banane che vengono impiantate sono spesso più lunghe del normale per massimizzare la guarigione ed evitare che il rigonfiamento dei primi giorni possa creare problemi. Vanno NECESSARIAMENTE cambiate dopo il primo mese con una misura adeguata! Infatti di solito i problemi di rigetto sono associati a urti o strappi, dovuti alla lunghezza dell’orecchino da impianto.